Vai alla barra degli strumenti

FCK 2020, oppure no.

Un anno incredibile il 2020, un anno che ha spinto molti di noi alla soglia di quelli che credevamo i nostri limiti.

Un anno incredibile il 2020, un anno che ha spinto molti di noi alla soglia di quelli che credevamo i nostri limiti.

Qualcuno è stato spinto addirittura oltre, molto oltre.

Qualcuno ha dovuto fare i conti con le malattie di amici e parenti, qualcuno è entrato nel macinatutto del covid, altri hanno dovuto salutare per sempre parenti cari, altri ancora sono “andati avanti” lasciandolo vincere (direttamente o indirettamente) … hanno dovuto abbandonare questa terra verso altri spazi, altre dimensioni.

Un anno complesso il 2020.

Alcuni di noi si sono avvicinati alla meditazione, alla yoga, altri hanno cercato aiuto tenendo un proprio diario … questo periodo ci ha obbligati a scendere dentro di noi, nel profondo, a superare alcune delle nostre paure, qualcuno, scendendo, ha trovato un posto accogliente, qualche altro, ha trovato un posto che non si attendeva è ha deciso di mettere ordine.

Mettere ordine


Non perdiamo questo spunto, ripuliamo la nostra vera casa dentro di noi, il nostro vero tesoro, guardiamoci, osserviamoci.
Restiamo dentro di noi perché è l’unico luogo in cui possiamo continuare a parlare anche con le persone che non sono più con noi, è l’unico posto in cui possiamo incontrare il vero nostro io e stringere con noi stessi un rapporto che ci guidi verso il nostro destino, verso il motivo che ci ha fatto approdare su questa terra.

Questo anno non voglio festeggiare il 2020 che se ne va e non voglio festeggiare neppure l’arrivo del 2021.
Non è vero che è tutto finito, non è vero che il nuovo anno sarà migliore.


Mi spiego meglio:
non lo sappiamo, non possiamo fare previsioni, certo possiamo sperarlo, ma facendo molta attenzione, molta attenzione !

Molta attenzione!


Lasciamoci guidare dalla filosofia yoga, viviamo il qui ed ora, viviamo il non attaccamento !!!


La nostra mente è così mal abituata che neanche più ci rendiamo conto che ci attacchiamo a tutto, siamo convinti che tutto quello che raggiungiamo “è per sempre”.


Nulla è per sempre.


Giravamo liberi, ci abbracciavamo ci baciavamo senza far caso all’enorme dono, nessuno avrebbe potuto immaginare che avremmo potuto perdere quella libertà in un soffio.
Ci attacchiamo alle persone, alle cose, agli oggetti, ai pensieri.


Ma nulla è per sempre … “per sempre” è una illusione!


Praticare il non attaccamento significa non attaccarsi ne alle cose brutte, e questo è facile, ma neppure a quelle belle e questo è più difficile.
Dobbiamo vivere il qui ed ora, restare nel momento senza alcuna aspettativa di quello che potrebbe succedere domani, tutto è mutevole.

Tutto è mutevole!


Il mio augurio per tutti è di rivedere il 2020 è di accettarlo per quello che stato, certamente ci ha insegnato molto, ci ha portato via molto e ci ha donato altro.
Per il 2021 dovremo mantenere la stessa capacità, dobbiamo semplicemente prepararci ad accettarlo.

E’ facile approcciare la vita in questo modo?
Assolutamente no … è il percorso di tutte le religioni, di tutte le filosofie, è il percorso dell’uomo su questa terra.

Aumentiamo la consapevolezza di quello che ci accade portando l’attenzione ad ogni singolo respiro, facciamo in modo che tutto quello ci accade sia per noi motivo di attenzione, godiamolo fino all’ultimo secondo.

Non facciamoci fregare dalle aspettative, festeggiamo il nostro respiro, festeggiamo il mistero della vita e della morte, un giorno quando il velo di Maya scomparirà ai nostri occhi, tutto ci sarà più chiaro.

Nello Yoga Sutra di Patanjali vengono presentati i “Klesha”, cioè le afflizioni della mente che provocano sofferenza.
Tra le afflizioni due in particolare sono come lo yin e lo yang, inseparabili.
Sono “rāga” e “dveśa”: la spinta alla ricerca del piacere e la fuga dal dolore.
Sono, appunto, afflizioni della mente, sono entrambi le ragioni della nostra sofferenza.


Il non attaccamento

Pratichiamo il non attaccamento, viviamo il qui ed ora, e queste afflizioni allenteranno la loro presa su di noi.
Questo il mio augurio per il 2021 !!!


“Lo yoga ci insegna a modificare ciò che non può essere accettato e ad accettare ciò che non può essere modificato.”
B.K.S. Iyengar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code